Aggirata la protezione del connettore Lightning da un produttore cinese

di

Un produttore cinese di accessori destinati ai dispositivi Apple che si era già fatto notare lo scorso anno con l’offerta di alcuni accessori Lightning non approvati da Cupertino, ha affermato di aver aggirato in maniera permanente il sistema di autenticazione dell’interfaccia creata dalla mela su iOS 7, aprendo così la possibilità per un vasto bacino di produttori di accessori di realizzare dispositivi per iPod, iPhone e iPad, con la tecnologia Lightning senza la necessità di ricevere l’approvazione dall’azienda di Tim Cook. Il meccanismo per l’aggiramento sviluppato, dichiara il produttore cinese, è di tipo hardware, il che costringerebbe Apple a modificare fisicamente gli elementi fisici della connessione Lightning per contrastare la modifica; il produttore, è talmente sicuro dell’efficacia della soluzione, che offre addirittura una garanzia di rimborso per i nuovi cavi Lightning se non dovessero funzionare con la build finale della nuova versione del sistema operativo per iDevice. L’azienda della mela morsicata, lo scorso mese di agosto, inviò al produttore cinese un invito a terminare la commercializzazione di una modifica al case di iPhone 4S, che lo rendeva simile ad un iPhone 5.