Venere: nuove simulazioni suggeriscono la presenza di un oceano in passato

di
Dei ricercatori francesi hanno avviato delle simulazioni sfruttando un'enorme quantità di dati del pianeta Venere, ed hanno trovato le prove della possibile presenza di un vasto oceano in un lontano passato del pianeta ardente.

Le simulazioni eseguite sui computer sono state avviate facendo variare parametri differenti per capire se fosse verosimile che Venere avesse uno spesso lenzuolo di nubi e degli oceani. Il clima odierno del pianeta è ardente, con più di 450°C, ma questo ha forse incuriosito ancor di più i ricercatori francesi che hanno comunque voluto indagare sul passato del pianeta, cercando indizi sulla possibile presenza di acqua.

Nelle simulazioni si è tenuto conto che Venere ruota molto lentamente rispetto alla terra, con i suoi 116 giorni per compiere una rotazione completa. Sono stati considerati anche il livello di anidride carbonica, il calore del sole e altri dati sulle attuali teorie che riguardano la formazione dei pianeti.

Con il livello di anidride carbonica attuale Venere è risultato idoneo alla possibilità di ospitare acqua, con la condizione che in passato il clima fosse più freddo di quello infernale di oggi. Con la presenza di nubi spesse Venere avrebbe ospitato un oceano, questo è il risultato finale.

L'esito non implica che Venere avesse un oceano poco profondo sulla sua superficie, ma semplicemente che avrebbe potuto ospitarne uno con le condizioni di cui vi abbiamo parlato. Di tutti i dati ricavati dagli atterraggi dei veicoli sulla superficie del pianeta non sono presenti quelli del sottosuolo, poiché in nessuna missione si è riusciti a scavare per capire quanta acqua ci fosse in passato. Di certo la ricerca potrebbe dare una spinta alle future missioni sul pianeta ardente, per capire se effettivamente questo oceano fosse esistito in passato.

FONTE: phys.org
Quanto è interessante?
9