Alpha Bay oscurato: duro colpo allo spaccio di droga e armi nel Dark Web

di
INFORMAZIONI SCHEDA
Alpha Bay, uno dei più grandi negozi online del Dark Web per la compravendita di droga e altri merci illegali, ha chiuso i battenti da circa una decina di giorni.

Da poco però si è scoperto che il motivo della chiusura è un’operazione di polizia internazionale, che ha catturato uno dei gestori del portale. Alexandre Cazes, cittadino canadese residente in Tailandia, è stato arrestato il 5 luglio proprio nel paese asiatico, dove avrebbe dovuto attendere l’estradizione verso gli Stati Uniti. Lo stesso giorno però è stato trovato morto suicida nella sua cella, complicando il lavoro degli investigatori che non potranno più contare sulle informazioni in suo possesso per rintracciare gli altri gestori del sito.

A proposito di Alpha Bay, il portale è considerato da molti come il più grande negozio di beni illegali del Dark Web, in pratica il successore di Silk Road, chiuso qualche anno fa dall’FBI. Oltre alla droga, nello store si potevano trovare numeri di carte di credito rubate e anche armi da fuoco. Il tutto per un giro d’affari stimato tra i 600 e gli 800 mila dollari al giorno, secondo uno studio di Nicolas Christin, professore alla Carnagie Mellon University. Insomma, una vittoria per le forze dell’ordine, anche se la morte di Alexandre Cazes renderà certamente più difficile trovare gli altri gestori del sito.

Alpha Bay oscurato: duro colpo allo spaccio di droga e armi nel Dark Web