Amazon porta i negozi senza cassa anche in Europa?

di
Sono passati diversi mesi da quando Amazon ha presentato in via ufficiale i negozi senza cassa Amazon Go, che si basano su una serie di sensori e telecamere e glia account Amazon Prime degli utenti per stabilire i prodotti acquistati.

A quanto pare però la società di Jeff Bezos sarebbe al lavoro per espanderli anche al di fuori degli Stati Uniti, e nella fattispecie nel Regno Unito ed Europa. La compagnia, nella fattispecie, avrebbe presentato diverse domande per registrare alcuni marchi presso l’Intellectual Property Office nel Regno Unito ed il suo equivalente nell’Unione Europea.
I marchi registrati sarebbero “No Lines, No Checkout. (No, Seriously),” “No Queue, No Checkout. (No, Seriously),” “Every Queue is a Defect,” ed “Every Line is a Defect” e sono stati utilizzati già nel negozio svelato lo sorso mese di Dicembre. Proprio allora, si sparse la notizia secondo cui Amazon avrebbe intenzione di aprire circa 2000 punti vendita, una notizia per altro mai confermata dalla società.
E’ chiaro che un’eventuale espansione al di fuori degli Stati Uniti potrebbe rappresentare una sfida non da poco per Amazon, ma soprattutto per le altre catene.
Secondo Bloomberg, infatti, le catene di generi alimentari del Regno Unito come Tesco e Sainsbury si sarebbero già dette preoccupate per il potenziale ingresso di Amazon nel mercato locale, in quanto si troveranno di fronte ad una concorrenza agguerrita.
Il progetto però almeno al momento non sembra in fase di realizzazione: Amazon infatti doveva inaugurare il primo Amazon Go a Marzo ma alcuni problemi tecnici hanno rinviato il tutto.