Amazon sarebbe pronta a vendere biglietti per gli eventi anche in Europa

di
Amazon ha lanciato la piattaforma di business ticketing lo scorso anno, ma a quanto pare avrebbe intenzione di espanderla anche in altri mercati, tra cui l’Europa. L’indiscrezione è stata pubblicata dopo che la società di Jeff Bezos ha pubblicato una serie di annunci di lavoro.

L’obiettivo sarebbe quello di replicare il successo del servizio di e-commerce in un altro settore, che mai come nell’ultimo periodo in Italia è stato al centro di diverse inchieste dopo quanto accaduto con la vendita dei biglietti per il concerto dei Coldplay. Amazon vorrebbe rendere questa piattaforma “un punto di riferimento a livello mondiale per l’acquisto di biglietti”, e sempre secondo gli annunci di lavoro il tutto potrebbe chiamarsi Prime Tickets, in quanto evidentemente sarà accessibile per gli utenti Prime.
Amazon ha lanciato Prime Tickets nel Regno Unito anno fa in occasione dei concerti di Elton John, ma anche per spettacoli teatrali come Wicked ed Il Libro di Mormon. Alla base di tutto ci sarebbe l’immediatezza d’acquisto, visto che i clienti potranno utilizzare il profilo Amazon ed i metodi di pagamento associati per effettuare la transazione.
In una delle recenti offerte di lavoro, Amazon afferma di essere alla ricerca di dipendenti in grado di “sviluppare la nostra strategia di espansione del servizio in Europa ed Asia. La nostra visione va oltre la semplice vendita di biglietti, in quanto ci prefissiamo l’obiettivo di evitare la distruzione dell’intera industria. L’attività è abbastanza matura per subire un’innovazione ed un miglioramento: siamo di fronte ad un settore che non è cambiato dal 1970 ad oggi”.
Un portavoce della società di Chicago si è rifiutato di commentare l’indiscrezione, ma a quanto apre questa nuova divisione sarebbe guidata dal vice presidente Ian Feed, che lavora per Amazon da circa un decennio ed è stato assistente tecnico del CEO Jeff Bezos.

FONTE: Recode
Quanto è interessante?
0