Anche la RAI lancerà un servizio di streaming a pagamento?

di

Come abbastanza prevedibile, l'arrivo di Netflix in Italia, previsto per la giornata di domani, ha smosso profondamente il mercato dello streaming, spingendo anche altre aziende che operano nel nostro paese a mettersi al passo con i tempi. Tra queste c'è RAI, che a quanto pare sarebbe pronta a creare un servizio simile a basso costo.

Chiaramente però il lancio non è destinato ad avvenire nel breve tempo, in quanto si tratta di un progetto molto importante che avrà bisogno, secondo quanto riporta Repubblica, dell'ok del Parlamento e di altri organi dello stato trattandosi di un servizio offerto dalla TV pubblica. Si parla di 6-10 mesi prima di potervi accedere.
Dalla sua, però, RAI potrebbe giocare sul fatto che ha a disposizione oltre sessant'anni di contenuti storici da mettere a disposizione degli appassionati: reportage, interviste, tribune politiche, show storici ed altro, oltre ai contenuti originali prodotti dalla TV come serie televisive e film.
E' chiaro però che per mettersi in concorrenza con un colosso di Netflix bisognerà proporre agli utenti un prezzo molto competitivo. A quanto pare però i primi colloqui con i fornitori sarebbero già iniziati, si parla di Accenture, Ericsson, Pixel e Tiscali.