Anche UPS testa le consegne dei pacchi con i droni

di
Secondo quanto riportato da La Stampa, anche UPS avrebbe iniziato i test delle consegne dei pacchi a domicilio attraverso dei droni. Come si può vedere attraverso il filmato presente in calce, però, il metodo è diverso rispetto a quello di Amazon.

Perché se la compagnia di Jeff Bezos ha intenzione di affidarsi quasi completamente ai droni, il corriere si avvarrà comunque degli autisti e furgoni, che lascerebbero il pacco nelle mani dei droni solo nell’ultimo tratto, permettendo quindi al fattorino di continuare ad effettuare le consegne di sempre. In questo modo il drone non sarebbe altro che un aiutante e non un vero e proprio corriere.
I primi test sono stati effettuati a Tampa, in Florida, utilizzando il Workhorse HorseFly UAV Delivery System, ovvero un drone dotato di otto motori elettrici che si aggancia sul tetto del furgone e può trasportare pacchi fino a 4,5 chilogrammi. Questo può essere controllato attraverso un pulsante touch attraverso cui si può stabilire la traiettoria ed l’indirizzo di consegna.
Secondo quanto si legge, il drone ha un’autonomia di 30 minuti, e la batteria si ricarica quando questo è agganciato al tetto dell’autocarro.