Ancora rimandata la decisione nel processo tra Samsung ed Apple

di

Per l’ennesima volta, l’ITC ha rinviato la decisione definitiva relativa al caso che vede contrapposte Samsung ed Apple nel processo per la violazione di alcuni brevetti. La decisione, inizialmente prevista per il 6 febbraio, è ora stata spostata dall’ente americano per la prossima estate; la causa vede Samsung richiedere il blobbo delle vendite di iPhone e iPad negli Stati Uniti per una presunta violazione di brevetto, e, in alternativa, l’azienda coreana chiede il 2,4% per ogni dispositivo iOS collegato alle reti 3G e commercializzato da Apple, in quanto il brevetto è correlato proprio alle tecnologie UMTS registrate da Samsung.

Purtroppo, per quest'ultima, la richiesta potrebbe costituire un boomerang: in altri paesi, infatti, il brevetto sul 3G è stato etichettato come FRAND, ovvero non indispensabile per la diffusione della tecnologia: ciò significherebbe che Samsung dovrebbe concederlo alle aziende concorrenti a cifre ragionevoli, mentre la richiesta del 2,4% sembra essere alta, e quasi sicuramente verrà bocciata dalla ITC. Molti giuristi hanno spiegato come la richiesta del blocco della commercializzazione sia fuori luogo, e per Samsung, come ripercussione, potrebbe esserci una multa per aver tentato di approfittare del brevetto FRAND. Non resta che attendere l'attivo dell'estate per vedere cosa decideranno in giudici in merito a questa spinosa questione tra i due colossi che ormai fanno parlare di se a cadenze quasi regolari in merito alle presunte infrazioni di proprietà intellettuali.