Android: gli utenti potranno alterare le espressioni facciali grazie a FaceApp

di
Tempo fa abbiamo parlato su queste pagine di FaceApp, l’applicazione per iOS che, utilizzando le reti neurali, permette alle persone di modificare le espressioni facciali. Da oggi l’app è disponibile anche sul Play Store di Google, il che vuol dire che si apre ad un pubblico più vasto, ovvero quello degli utenti Android.

Come più volte riferito dagli sviluppatori, l’approccio è molto simile a quello di Prisma, e si basa sulle reti neurali per modificare le foto, la differenza è che in questo caso non vengono applicati filtri artistici nello stile dei pittori più famosi.
FaceApp, infatti, va a modificare le espressioni facciali: può aggiungere sorrisi, invecchiare i soggetti e cambiare anche il sesso. I risultati, come si può vedere in alce, non sono in tutti i casi estremamente precisi, ed alcune volte genera immagini sfocate, di basa qualità o allineate male.
Il suo utilizzo nel mondo reale però dimostra come in futuro le reti neurali possano portare ad un vero e proprio stravolgimento nel mondo fotografico.

Android: gli utenti potranno alterare le espressioni facciali grazie a FaceApp