Anonymous colpisce Telecom Italia: i server della società sono un colabrodo

di

Il noto gruppo Anonymous ha colpito il sito di Telecom Italia: anche l’azienda del nostro paese è caduta sotto i colpi degli hacktivisti, che sembra abbiano hackerato alcune parti del sito www.telecomitalia.it, prelevando una gran mole di dati conservati sui server, tra cui ci sarebbero anche informazioni sulla Social Security aziendale, codici fiscali e credenziali di circa 30.000 utenti appartenenti alla rete Telecom. In un post pubblicato sul blog AnonHackNews, direttamente connesso al gruppo di hacker, campeggia il seguente comunicato:"Telecom Italia ha almeno 3.000 bug XSS (Cross-site scripting) ed errori di vulnerabilità sul sito che consentono a terzi di accedere alla directory principale (in termini tecnici l’htaccess) e navigare tra le migliaia di dati sensibili conservati. Anonymous non pubblicherà le informazioni dei singoli utenti. Questa è solo una comunicazione per far vedere che l’azienda non ha le adeguate misure di sicurezza; in effetti è stato molto semplice rubare i dati e i codici fiscali inseriti nel database”.

Come di consueto, nonché per dimostrare la veridicità dell'accaduto, il gruppo ha deciso di pubblicare solo alcuni files con codici fiscali e credenziali d'accesso che rappresentano solo una piccola parte dei 30.000 sottratti. Gli hacker hanno puntualizzato come sia stato estremamente semplice effettuare l'operazione, cosa che sottolinea il bassissimo livello di sicurezza dei server aziendali di Telecom Italia. Secondo alcune indiscrezioni, la società non si era resa conto dell'accaduto, fino a quando non è stata contattata da alcuni organi di stampa.