Apple al lavoro sul portafoglio elettronico per iOS

di

La società della mela morsicata sarebbe al lavoro su una sorta di portafoglio elettronico pensato per i suoi dispositivi con sistema operativo iOS, che consentirebbe di effettuare pagamenti in maniera semplice e rapida. A riportare tali rumors è stato un analista di Piper Jaffray, Gene Muster, spiegando che i tempi sarebbero ormai maturi per poter ipotizzare il lancio di un servizio del genere entro la fine di quest’anno, o, nella peggiore delle ipotesi, durante i primi mesi del 2014. Il servizio potrebbe rivelarsi utile sia agli utenti, che ai gestori di servizi commerciali, rappresentando di fatto un’alternativa a quanto offerto da Google, con il suo Wallet, o Paypal; Apple, da parte sua, avrebbe da parte sua un vantaggio non indifferente da sfruttare: iTunes.

Quest'ultimo potrebbe essere utilizzato per spingere il sistema, forte del bacino d'utenza composto da oltre 500 milioni di account attivi, che già utilizzano il software per l'acquisto di musica digitale, riviste, libri e film, attraverso la propria carta di credito. Oltre alle possibili preoccupazioni riguardanti la sicurezza che un servizio del genere potrebbe sollevare, uno degli ostacoli principali dell'e-wallet di Cupertino potrebbe risiedere negli accordi con i negozi di vendita al dettaglio. Munster sottolinea come Paypal abbia svolto un ottimo lavoro nella creazione delle partnership con i rivenditori, e Tim Cook, con la sua società, dovrebbe lavorare meticolosamente e massicciamente in tal senso. Apple potrebbe già avere un grosso vantaggio negli Stati Uniti, considerando che lavora già da tempo a stretto contatto con le più grandi catene locali come Walmart, Target e Best Buy. Bisognerà vedere cosa riuscirà a fare anche negli altri Paesi.