Apple alla ricerca di esperti di tutto il mondo per correggere gli errori delle proprie mappe

di

La questione dell'app Mappe di Apple è ormai nota a tutti. Con iOS 6, il team della Mela ha deciso di sostituire il servizio Google Maps, da sempre presente su iPhone, iPad e iPod, con Mappe, applicazione realizzata sotto le direttive di Scott Forstall, ex responsabile di iOS. Purtroppo le cose non sono andate come dovevano. Il lavoro svolto da Forstall e dai suoi ingegneri è risultato approssimativo e ricco di errori. In virtù di tale fallimento, l'applicazione di Mountain View è tornata a comparire sui dispositivi mobili di Cupertino, ma al quartier generale della Mela non sembrano demordere. In base a vari annunci di lavoro pubblicati sul sito web della compagnia americana, Tim Cook starebbe cercando dei manager in tutto il mondo in grado di lavorare direttamente sul "territorio" per correggere gli errori cartografici dell'applicazione. Gli esperti dovranno raccogliere dati e compararli con quelli presenti nelle mappe, in modo da avere un riscontro diretto con la realtà delle cose. Apple sta praticamente facendo ora quel tipo di lavoro che andava fatto prima della pubblicazione di Mappe.