Apple approva le prime app compatibili con la Touch Bar dei MacBook Pro

di
Apple ha da poche settimane presentato al mondo i suoi nuovi MacBook Pro con Touch Bar, la barra “futuristica” che non solo sostituisce i classici tasti funzione, offre nuove funzionalità touch alle app su schermo.

Ora i primi modelli stanno finalmente per essere spediti, motivo per cui la stessa Apple ha iniziato ad approvare le prime applicazioni che supportano la sua Touch Bar. Applicazioni di terze parti, ovviamente, poiché molte app della mela su macOS Sierra sono già pronte e aggiornate: parliamo di app come la celebre 1Password, Speed-Up per la riproduzione dei podcast, Gestimer, utility di promemoria, Mail Designer Pro per l’uso avanzato delle email, OmniGraffle, organizer avanzato, PicFrame per la modifica delle foto e molte altre.

Diverse aziende hanno dunque preso a cuore questa barra, che misura 2180x80 pixel, montata per avere un angolo di visuale ottimale a 45 gradi. Apple riserva 128 pixel sulla sinistra per un pulsante di sistema virtuale, altri 608 pixel sulla destra per la “striscia di controllo”, che comprende il Touch ID per le impronte digitali. I restanti 1370 pixel sono tutti a disposizione delle app, che possono personalizzare tasti e funzioni. Ricordiamo che la Touch Bar arriva sia sui modelli da 13,3 pollici che da 15,4, per averla si parte da una configurazione base dal costo di 2.099 euro in Italia, 2.799 euro per il MacBook Pro da 15.

MacBook Pro Retina

MacBook Pro Retina
  • Produttore: Apple
  • Prezzo: A partire da 2.299€
  • Sito Ufficiale: Link
    • Caratteristiche tecniche
    • +