Apple apre nuovi Store in America e in Cina, anche Tim Cook prende parte all'inaugurazione

di

Continua senza sosta l'apertura di nuovi store Apple in giro per il mondo. Negli ultimi anni, grazie ai forti incassi dell'azienda di Cupertino, c'è stata un forte aumento di negozi ufficiali in tutti i paesi del mondo. Si tratta ovviamente di una cosa positiva, vista la penuria di lavoro che c'è in molte nazioni, anche tra quelle più avanzate. Anche l'Italia è stata spesso oggetto, in questi ultimi anni, di aperture improvvise, come avvenuto a Bologna, Torino, Brescia, Caserta o Catania. Sabato scorso invece è stato il turno di Shenzen, in Cina, e Palo Alto, in California. Per quanto riguarda l'Apple Store cinese, si tratta di un'importante conquista da parte di Tim Cook e soci. Tralasciando che si tratta della città in cui risiedono le fabbriche Foxconn e che la Cina è uno dei paesi meno "presi" dal fenomeno iPhone (lo smartphone con la mela è solo settimo nelle vendite degli smartphone, preceduto da prodotti meno costosi come i Lenovo, Huawei ecc.), questo Store è il primo di 25 presidi ufficiali che sorgeranno nel medesimo distretto, e un passo in avanti concreto in un mondo burocratico molto complesso, che sta rendendo l'impresa ancora più titanica rispetto a quello che già è.

Lo store di Palo Alto invece, ha una valenza simbolica molto elevata. Si tratta infatti, del rifacimento in grande stile (tutto in vetro, soffitti compresi) di quello già presente in precedenza. La città, inutile ribadirlo, è importantissima per gli appassionati della Mela. Oltre a trovarsi a pochi chilometri da Cupertino, sede dell'azienda, è anche conosciuta per aver dato dimora a Steve Jobs, che, ad ogni nuovo lancio di prodotti, passava per lo store come un utente qualunque e si dileguava nella folla senza essere quasi visto. L'inaugurazione, mostrata nel video disponibile dopo il salto, ha visto la partecipazione anche di Tim Cook (foto in calce), segno che questo luogo rappresenta più di un normale negozio. 
Apple apre nuovi Store in America e in Cina, anche Tim Cook prende parte all'inaugurazione