Apple attenta alle condizioni di lavoro nelle fabbriche dei fornitori

di

Dopo la pubblicazione qualche settimana fa da parte dell'IPE (Institute of Public Environmental Affairs) di un report titolato "L'altro lato di Apple", dal quale emerge la distanza tra le promesse che Apple assume e le reali condizioni di lavoro all'interno delle fabbriche dei fornitori, Apple si è prontamente mossa in questa direzione per salvaguardare la propria immagine. Secondo gli autori del report sarebbe Apple con le sue eccessive richieste ai fornitori, in termini di qualità dei prodotti e di bassi costi di produzione, a creare le condizioni perchè si verifichino abusi sul lavoro. Apple ha perciò pubblicato la relazione Apple Supplier Responsibility 2011 Progress Report con la quale documenta le verifiche che la mela ha commissionato per vigilare sulle condizioni di lavoro all'interno degli stabilimenti.


E' triste constatare che tra i problemi maggiormente preoccupanti vi  è lo sfruttamento del lavoro minorile (pagina 9 della relazione): 91 bambini sono stati impiegati presso 10 stabilimenti. In Cina il lavoro è consentito solamente dal compimento del sedicesimo anno di età. Addirittura le indagini hanno rivelato che uno stabilimento ha preso contatti con una scuola professionale per falsificare i documenti di 42 bambini; Apple ha chiuso i rapporti lavorativi con il fornitore in questione.
Apple è preoccupata inoltre per le condizioni delle strutture lavorative: presso gli stabilimenti di Wintek (fornitore di pannelli touchscreen) è stato segnalato l'impiego di un solvente nocivo durante i processi di produzione e le indagini hanno riscontrato un malfunzionamento dell'impianto di aspirazione dei vapori (per cause di negligenza), che hanno portato all'intossicamento di decine di lavoratori; Apple ha chiesto a Wintek di curare adeguatamente la manutenzione degli impianti e di cessare l'impiego delle sostanze nocive (pagina 20 della relazione). Viene inoltre menzionata Foxconn, alla quale Apple riconosce le misure intraprese a seguito dei suicidi avvenuti lo scorso anno (pagina 18).