Apple avrebbe acquisito la società che ha realizzato il sensore del Kinect

di

Il noto portale tech The Verge ha appena riportato una news pubblicata dal quotidiano israeliano Calcalist, in base al quale Apple avrebbe finalizzato l’acquisizione della compagnia PrimeSense per 345 milioni di dollari. L’annuncio dovrebbe arrivare entro un paio di settimane. Cosa c’è di così eclatante? Apple è solita acquisire società in possesso di brevetti interessanti e ideatori di prodotti utilizzabili in futuro nei propri dispositivi, ma PrimeSense ha lavorato con Microsoft per includere la sua tecnologia, i chip e i progetti di design all’interno della prima versione del Kinect, quella legata alla Xbox 360. Per il Kinect 2.0 invece, l’azienda di Redmond ha voluto fare da sola, senza alcun aiuto della Primesense.

L'acquisizione della Primesense da parte di Apple era stata, in realtà, già annunciata da Calcalist all'inizio dell'anno. La notizia era risultata poi infondata. Se questa volta l'indiscrezione risultasse fondata, si tratterebbe della seconda azienda che lavorerebbe per Tim Cook e il suo team, dopo l'acquisizione di Anobit, specializzata in memorie flash, nel 2012 per 400 milioni di dollari. Perchè Apple sarebbe interessata ad una compagnia come PrimeSense? La tecnologia di scanning 3D di cui quest'ultima è proprietaria, viene usata in più di 20 milioni di dispositivi in tutto il mondo, inclusi i sensori che possono essere tranquillamente inseriti in smartphone e tablet. Inoltre, se a Cupertino stanno davvero lavorando ad una iTV, la cui presumibile finestra di lancio sarebbe tra la fine del 2014 e il 2015, è possibile che il tutto potrebbe essere integrato, contribuendo alla realizzazione di un vero e proprio centro multimediale comandabile con gesture fisiche.