Apple avrebbe più di 1.000 ingegneri al lavoro sulla realtà aumentata

di
Negli ultimi giorni sono emerse molte indiscrezioni sulla prossima generazione di iPhone made in Apple, una delle quali afferma addirittura che il gigante di Cupertino starebbe pensando di introdurre l’ingresso USB-C nel caricatore.

Oggi, un nuovo rapporto pubblicato dal Business Insider, riferisce che Apple avrebbe più di 1.000 ingegneri al lavoro su un progetto in Israele legato alla realtà aumentata, un campo su cui più volte l’amministratore delegato della compagnia, Tim Cook, ha affermato di voler puntare. Secondo la nota, Apple potrebbe includere questa tecnologia già nel prossimo iPhone, che dovrebbe essere rilasciato nel corso del prossimo autunno.
Queste voci sono in linea con il rapporto pubblicato dall’analista di KGI Securities, Ming-Chi Kuo, secondo cui il nuovo iPhone sarà caratterizzato da una fotocamera frontale con modulo ad infrarossi che può rilevare lo spazio tridimensionale e quindi utilizzare la realtà aumentata in alcuni casi.
Al momento non è nota come verrà integrata questa tecnologia all’interno dell’ecosistema iOS, ma il CEO della compagnia, Tim Cook, ha più volte lasciato intendere che i primi prodotti Apple basati sulla realtà aumentata o virtuale al loro interno saranno presto disponibili.