Apple brevetta gli auricolari con autoregolazione e correzione rumore di fondo

di

Apple ha presentato una domanda di brevetto che descrive una nuova tipologia di auricolari in grado di implementare la regolazione automatica di alcuni parametri sonori, sulla base delle caratteristiche dimensionali dell’orecchio, utilizzando sensori e misuratori d’impedenza incorporati. Così come descritto dall’USPTO, si tratta di un dispositivo elettronico dotato di auto calibrazione degli auricolari, in grado di offrire una resa audio migliorata in base a molteplici parametri, inclusi dimensioni e forme dell’orecchio ospitante; nel brevetto si fa riferimento anche ad attenuazione o cancellazione del rumore di forno, ritornato nello specifico dagli auricolari, che solitamente soffrono dell’influenza di numerosi fattori, tra cui guarnizioni poco precise e forme diverse del padiglione auricolare che vanno ad influenzare in maniera negativa la riproduzione sonora, inficiando sulle prestazioni generali.

 Come descritto nella richiesta di brevetto, l'equalizzazione risente di molteplici fattori esterni indipendenti dalla qualità dei trasduttori, ed è proprio quello di colmare questo gap uno degli obiettivi che la società di Cupertino si è prefissata, con una soluzione finalizzata a misurare l'impedenza degli altoparlanti ed effettuando rilevazioni acustiche attraverso il microfono integrato nella soluzione, nonché valutando in sintesi quanto la forma dell'orecchio influisca sulla risposta in frequenza. Dopo aver effettuato la mappatura, il sistema confronterà le misurazioni con i valori ottimali per rivelare la presenza di guarnizioni meno performanti, così da utilizzare le curve estrapolate dalla mappatura per la regolazione automatica dell'uscita e compensare, attraverso un software, le prestazioni inadeguate.