Apple contro Donald Trump dopo le discriminazioni verso i ragazzi transgender

di
Donald Trump ha diversi talenti, uno di questi è di attirare costantemente critiche e attacchi. Non passa giorno che il neo presidente non promuova qualche atto controverso, ultimo il provvedimento che riguarda la discriminazione transgender.

Apple è scesa in campo per l’ennesima volta contro l’amministrazione, manifestando la propria contrarietà a un disegno di legge che vieti l’ingresso nei bagni delle scuole a bambini transgender. La società californiana ha inviato un comunicato a Axios, dicendo: “Apple crede fermamente che ognuno meriti uguali diritti in ogni ambito, non deve esistere nessuna discriminazione, di nessun tipo.

Vogliamo promuovere maggiore accettazione, non meno, pensiamo fermamente che gli studenti transgender debbano essere trattati come tutti gli altri. Rifiutiamo ogni limitazione.” Non è certo la prima volta che Apple si espone contro l’amministrazione Trump, era già successo con il recente Muslim Ban e con i provvedimenti atti a limitare le comunità LGBT. Sarà una lunga, lunghissima legislatura quella attuale negli USA.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0