Apple dichiara guerra ai caricabatterie non originali

di

Nei giorni scorsi, due terribili vicende hanno coinvolto due giovani cinesi, rimasti fulminati durante l’utilizzo dei un melafonino: una delle due persone è morta sul colpo, mentre l’uomo, un impiegato trentenne, sembra stia iniziando un lento recupero dopo circa dieci giorni di coma. In entrambi i casi, il responsabile dell’accaduto sarebbe un caricatore non originale e, a tal proposito, Apple ha deciso di partire all’attacco così da scongiurare eventuali episodi simili. Tramite un’apposita pagina della versione cinese del sito ufficiale, l’azienda guidata da Tim Cook ha voluto aprire uno spazio per aiutare gli utenti a riconoscere i caricatori originali da quelli contraffatti; nella pagina, la mela spiega come l’azienda ponga la sicurezza dei propri utenti in primo piano, specificando come ogni singolo prodotto targato Apple venga sottoposto a rigorosissimi test non solo per rientrare nelle normative di ogni paese ospite, ma principalmente per evitare conseguenze spiacevoli durante l’utilizzo. L’utilizzo di accessori non originali risulta molto pericoloso: non solo i caricatori raramente rispettano il voltaggio del dispositivo, ma lo surriscaldano rendendolo così pronto ad esplodere.