Apple: dichiarazione sulla possibile violazione di iCloud

di

La notizia sulla possibile violazione di iCloud da parte di alcuni hacker, che ha portato alla pubblicazione sul web delle foto private di molte celebrità, tra cui Jennifer Lawrence, ha fatto il giro del mondo, ma fino ad oggi Apple ancora non aveva diffuso alcuna dichiarazione ufficiale in merito. Il colosso di Cupertino, nella nota ripresa da Re/Code, ha affermato che si è trattato di un attacco “molto mirato”, e dopo un'indagine durata circa quaranta ore non ha rilevato alcuna violazione al proprio sistema di sicurezza.

Nel momento in cui abbiamo ricevuto la notizia del furto dei dati personali e foto delle celebrità, abbiamo subito mobilitato i nostri ingegneri di sicurezza per capire la fonte del problema. Dopo quaranta ore di indagini, però, questi hanno scoperto che l'attacco era mirato ed è stato effettuato tramite nome utente, password e domande di sicurezza, una pratica molto comune in internet. In nessuno dei casi abbiamo rilevato violazioni al nostro sistema di sicurezza, agli Apple ID, iCloud o Trova il mio iPhone. Stiamo continuando a lavorare con le forze dell'ordine per aiutarle ad identificare i criminali coinvolti nella vicenda” si legge nella nota.