Apple e il campo di "distorsione della realtà": video

di

Apple ha inaugurato la WWDC 2014 con un kenote denso di novità in cui ha mostrato le ultime novità in campo software pensate per gli utenti da Craigh Federighi e John Ive. Rivedendo il filmato della conferenza è chiaro che i relatori si sono divertiti un mondo. Tra una serie di battute, delle frecciatine a Microsoft e Google (neanche tanto leggere, come al solito) e qualche fotomontaggio divertente i dirigenti della Mela hanno anche elogiato all'ennesima potenza i propri prodotti, sia software che hardware, tramite l'uso, forse eccessivo, di altisonanti superlativi. E' un comportamento a cui siamo abituati dalla compagnia californiana e rientra pienamente nel concetto di "campo di distorsione della realtà" in cui credeva fermamente Steve Jobs, ex CEO della Mela.

Il filmato pubblicato in calce mostra chiaramente il numero e la varietà di superlativi utilizzati da Apple per i propri prodotti e anche per funzioni che risultano, agli occhi di utenti e fan, normali:"great, wonderful, fantastic, remarkable, gorgeous, awesome, in a league of its own, amazing, terrific, incredible, beautiful, phenomenal, mind-blowing, unreal, stunning, dramatically, trully stunning, unbelievable, really awesome, best ever, unparalleled", sono termini che portano chi ascolta ad immaginarsi qualcosa di sensazionale, quasi di immaginario. Tuttavia le critiche a questo modo di fare lasciano il tempo che trovano. Apple ha dimostrato con le vendite che è un metodo che funziona e, come si dice in questi casi, "il fine giustifica i mezzi".
FONTE: PA
Quanto è interessante?
0