Apple e la Federal Trade Commission contro Qualcomm per concorrenza sleale

di
Il 2017 non è iniziato nel migliore dei modi per Qualcomm, una delle aziende leader nel campo dei chipset mobile. L’azienda fornisce la maggior parte dei SoC dei terminali Android e possiede un’importante partnership anche con Apple.

Proprio la compagnia di Cupertino ha nelle ultime ore citato in giudizio Qualcomm a causa dell’eccessivo ricarico sui brevetti base utilizzati nei suoi dispositivi. Una causa da 1 miliardo di dollari, almeno secondo quanto riporta la CNBC, che arriva proprio qualche giorno dopo un’altra causa intentata dalla US Federal Trade Commission per pratiche anti-concorrenziali. Secondo la commissione, Qualcomm avrebbe costretto le aziende partner a pagare tasse spropositate e non giustificate per l’utilizzo delle sue tecnologie negli smartphone, così come denuncia Apple. La compagnia avrebbe così approfittato della sua posizione dominante per far pagare anche cinque volte di più un determinato brevetto o una tecnologia.

Qualcomm ovviamente non è rimasta a guardare e ha iniziato una difesa serrata, dicendo che tutte le accuse sono senza fondamento, Apple ha però risposto per le rime, dicendo che al contrario c’è molta verità nella denuncia. Ovviamente questa causa preoccupa non poco Qualcomm, che deve ai brevetti e alle licenze la maggior parte dei suoi introiti; una decisione severa del giudice magari non metterebbe l’azienda in ginocchio, ma certamente aprirebbe nuovi e instabili scenari sul mercato, dove potrebbero intervenire anche altri attori, finora rimasti dietro le quinte. Che sia davvero finito qui il regno immenso di Qualcomm?

FONTE: The Verge