Apple ha fatto bene a lanciare un iPhone 5c da 8GB e a rivendere l'iPad 4?

di

Un paio di giorni fa Apple ha spiazzato tutti lanciando la versione da 8GB del fallimentare iPhone 5c (solo in 5 mercati per ora) e rimettendo in listino, al posto dello storico iPad 2, l'iPad di quarta generazione. Addetti del settore e fan cercano di capire cosa ci sia dietro queste decisioni ed esprimono sul web le proprie considerazioni a proposito. Anche gli analisti provano a dire la propria propinando dati di vendita passati, presenti e futuri, ma soprattutto non sembrano concordare tra di loro.

Due grandi società d'analisi, Piper Jaffray e Morgan Stanley, hanno espresso pareri completamente opposti. La prima, tramite Gene Munster, sostiene che le scelte fatte da Apple non aiuteranno molto le sue vendite nel secondo trimestre (che termina a giugno). Questo perchè non ci sono stati cambiamenti significativi alla linea di prodotti nè ci saranno tendenze stagionali favorevoli fino al periodo estivo. Secondo l'analista le cose andarono diversamente lo scorso anno, quando i dirigenti di Cupertino decisero di tagliare i prezzi di alcuni terminali (l'iPhone 4 nei mercati emergenti venne proposto con il 15% di sconto), e ciò portò i dati finanziari ad un miglioramento pari al 18%. Secondo Morgan Stanley invece, la Mela potrebbe far registrare un altro record di vendite (iPhone) nel secondo trimestre del 2014, riuscendo a piazzare circa 42 milioni di smartphone invece dei 38 previsti precedentemente.