Apple: i prossimi iPhone saranno ricoperti interamente da vetro di zaffiro?

di

I dispositivi Apple sono spesso paragonati a dei veri e propri gioielli, sia per il prezzo, che per design e materiali utilizzati. Nonostante la compagnia di Cupertino abbia presentato anche un modello di iPhone fatto in policarbonato lucido, il 5c, il “vero” melafonino, il 5s, rimane ancorato alla tradizione, con materiali, quali alluminio, Gorilla Glass 3 e vetro zaffiro che lo rendono “speciale” per gli utenti. Proprio a proposito di quest’ultimo materiale, lo zaffiro, con cui Apple ricopre l’obbiettivo della fotocamera e il sensore per le impronte digitali, il Touch ID, sembra che Tim Cook e il suo team vogliano renderlo ancora più presente sui propri dispositivi e, proprio per questo, hanno investito una cifra vicino ai 500 milioni di dollari in un impianto che realizza vetro in cristalli di zaffiro. Ma come verrà utilizzato questo materiale?

Lo zaffiro è uno dei materiali più duri al mondo, secondo solo al diamante. La sua presenza su uno smartphone o tablet significa maggiore protezione da graffi e danni, una delle preoccupazioni peggiori per chi acquista un prodotto così costoso. Ebbene, Apple potrebbe sostituirlo al Gorilla Glass, visto che la compagnia acquisita riuscirebbe a produrre e a tagliare il vetro zaffiro in maniera molto più economica rispetto al passato (grazie a nuovi strumenti e agli ordini ingenti che solo Apple può assicurare). Parlare di acquisizione però, in questo caso, potrebbe essere sbagliato. I dirigenti di Cupertino infatti, hanno "solo" promesso alla GT Advanced Technologies, la compagnia in questione, di effettuare un ordine di più di mezzo miliardo di dollari nel 2015 in vetro di zaffiro. A Cupertino, come sappiamo, stanno lavorando a nuovi prodotti, tra cui l'iWatch, e se pensiamo che uno degli usi più massicci del vetro di zaffiro è quello relativo alla copertura degli orologi, è facile pensare anche ad un utilizzo in questo senso.