Apple in trattativa con i rivenditori per un servizio di pagamenti via iPhone

di

Il rumor sullo sviluppo di una piattaforma di pagamento per dispositivi mobili da parte di Apple è "in giro" da qualche tempo e sembra che a Cupertino facciano sul serio. Secondo un report diffuso dal portale 9to5mac, Tim Cook e il suo team starebbero trattando con i principali marchi e catene di vendita (dai vestiti di lusso agli oggetti preziosi) per promuovere il proprio prodotto e sondare il mercato.

La soluzione di pagamento via dispositivi mobili pensata da Apple sarebbe integrata direttamente in iPhone e iPad in modo che gli utenti iOS possano pagare direttamente con il proprio smartphone o tablet, una sorta di portafogli elettronico, sia fisicamente che sul web. Attualmente i possessori di account iTunes possono acquistare beni sullo Store ufficiale della Mela o in quelli fisici, ma nulla più. Apple vorrebbe quindi allargare tale sistema di acquisti anche ai rivenditori di terze parti. Le difficoltà principali in questo progetto risiederebbero nell'unire vari metodi di pagamento in uno solo e da utilizzare in diversi tipi di negozi. Tra gli obbiettivi di Cupertino c'è quello di convincere i retailer ad utilizzare iBeacons, la tecnologia bluetooth che faciliterebbe tutte le operazioni di pagamento. Nel mese di aprile il Wall Street Journal ha parlato anche di una possibile partnership tra Apple e PayPal, ma da allora nessun'altra informazione è trapelata. Secondo Tim Cook, i pagamenti mobili erano uno dei motivi dietro la nascita del Touch ID, il sensore per le impronte digitali presente su iPhone 5s. Apple ha promesso nuovo hardware, software e servizi per il 2014. Tra questi ci sarà anche spazio per una piattaforma dedicata ai pagamenti via iPhone?