Apple integrerà la realtà aumentata nella fotocamera dell’iPhone?

di
A quanto pare Apple starebbe facendo sul serio nel campo della realtà aumentata, un mercato verso cui l’amministratore delegato dell’azienda, Tim Cook, ha sempre mostrato interesse.

Secondo quanto riferito dal Business Insider, la società di Cupertino potrebbe integrare la realtà aumentata nella fotocamera dell’iPhone, che diventerà un vero e proprio portale.
Il gigante americano avrebbe messo su un team segreto proprio per lavorare sul progetto: l’obiettivo è mettere la tecnologia nelle mani dei consumatori, sia attraverso l’iPhone che gli occhiali in stile Google Glass.
Di recente Apple ha anche assunto un esperto di display indossabili, il che suona come una sorta di conferma per il progetto in questione.
Con l’aggiunta della tecnologia nel software della fotocamera, le Mela vuole che i consumatori siano in grado di puntare il telefono verso un oggetto del mondo reale, per farlo riconoscere dallo smartphone ed ottenere tutte le informazioni del caso. Chiaramente però ciò implica la creazione di una sorta di database per gli oggetti 3D.
Un’altra caratteristica potrebbe essere il riconoscimento facciale. Apple ha integrato la tecnologia nell’app Foto della versione più recente di iOS, ed ha anche acquistato FaceShift nel 2015.
Di recente però la Mela Morsicata ha fatto incetta di startup specializzate nello sviluppo di tecnologie per la realtà virtuale ed aumentata, tra cui Metaio e Flyby, i cui dipendenti stanno già lavorando per Apple.
Un informatore, al Business Insider ha anche affermato che nelle intenzioni della compagnia ci sarebbe il rilascio di un SDK per gli sviluppatori di applicazioni, come fatto con il Touch ID. Interpellata sulla questione, però, la compagnia si è rifiutata di commentare.
Riguardo il lancio degli occhiali intelligenti, si punta ad un rilascio nel 2018, almeno secondo Bloomberg.