Apple: l'iPod ha compiuto 12 anni - c'è da festeggiare?

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Due settimane fa, l'iPod, il popolare lettore mp3 di Apple, ha festeggiato il suo 12esimo compleanno. Era il 23 ottobre 2001 infatti, quando Steve Jobs tenne la famosa conferenza di presentazione del prodotto in cui svelò il suo primo, vero colpo di genio dal momento del suo ritorno in azienda. In un primo momento, l'iPod poteva connettersi ad iTunes solo via Mac, costava 399 dollari, era dotato di un hard disk da 5GB (poteva contenere 1000 canzoni, un numero enorme per l’epoca e per un dispositivo così piccolo) e aveva uno schermo con risoluzione pari a 128 x 160 pixel. Phil Schiller, già allora responsabile del Marketing di Apple, capì che si trattava di un prodotto "hot", che avrebbe dato una vera svolta all'intera compagnia californiana, non solo a breve termine. L'iPod fu messo in vendita il 10 novembre del 2001.

Apple ne riuscì a piazzare 125 mila unità durante il solo quarto trimestre di quell'anno fiscale. Due anni dopo ne furono venduti 1 milione di esemplari, l'anno dopo si arrivò alla cifra record di 4.4 milioni e nel 2006 a circa 40 milioni. A tutt'oggi, gli iPod venduti sono 100 milioni e iTunes dispone di una libreria musicale con 5 milioni di canzoni. Il successo dell'iPod diede ad Apple la forza, economica in primis e mentale poi, di sfornare altri due prodotti rivoluzionari nel corso degli anni successivi, l'iPhone prima e l'iPad poi. L'iPod ha permesso ad Apple di imparare a creare, produrre e vendere prodotti del mercato mobile e Steve Jobs e il suo team hanno saputo diluire negli anni l'enorme spinta datagli dal piccolo lettore mp3, con varianti della stessa tipologia di prodotto (iPod nano, Touch, Shuffle) e, come già detto, con modelli di iPhone e iPad che, altrimenti, non sarebbero stati mai ideati, o almeno, sarebbero stati nettamente differenti da come sono ora. Purtroppo ultimamente Apple sembra aver perso quell'entusiasmo nell'aggiornare questo tipo di prodotto. L'iPhone potrebbe aver cannibalizzato le vendite dell'iPod e i numeri sono impietosi. Il modello Classic, diretto erede del primo iPod, non viene aggiornato da tempo e i rumor su un'eventuale eliminazione dal catalogo si susseguono in maniera incessante. Anche gli iPod Touch, per via del prezzo non proprio accessibile, sembra che vengano sempre più sostituiti dal melafonino, più potente e dotato della possibilità di effettuare chiamate. Comunque vadano le cose, gli appassionati di tecnologia, in special modo dei prodotti Apple, ma non solo, devono ringraziare l'iPod se l'industria mobile è diventata quella che è attualmente.