Apple: la Commissione Europea apre un'indagine in Irlanda

di

Nuovi problemi in arrivo per Apple in Irlanda. La Commissione Europea e l'organo che si occupa della concorrenza, infatti, ha chiesto al governo irlandese delucidazioni sulle pratiche fiscali presentate dal colosso di Cupertino nel paese britannico. La notizia, riportata da Reuters, non è stata commentata dal primo ministro irlandese Enda Kenny, che si è limitato ad affermare quanto segue: “crediamo nella nostra legislazione, è molto forte ed eticamente corretta”. Alla base di tutto ci sarebbero alcune rivelazioni riportate da un senatore americano il quale, durante un'udienza, ha affermato che la società diretta da Tim Cook, per diminuire le tasse da pagare, ha spostato parte dei proventi in alcune aziende registrate a Cork, una città irlandese che ha una legislazione simile ad un paradiso fiscale, tanto che è stato definita “il Santo Graal dell'evasione fiscale”.