Apple Pay: molti rivenditori non hanno intenzione di sostenerlo

di

Nonostante la grossa campagna pubblicitaria messa in atto da Apple per promuovere Pay, la piattaforma di pagamento potrebbe avere delle difficoltà ad affermarsi. Secondo una nuova indiscrezione, infatti, BestBuy, Wallmart e Rite Aid non hanno alcuna intenzione di integrare nei propri negozi Apple Pay.

A ciò bisogna aggiungere anche la riluttanza delle piccole catene di distribuzione che non hanno in programma di montare i lettori NFC nei vari punti vendita, soprattutto a causa di CurrentC, un sistema di pagamento che mira a tagliare le spese di gestione sia per gli utenti che per i negozianti.
CurrentC sarà disponibile nel 2015 su Android ed iOS: oltre ad effettuare pagamenti, l'app potrà essere utilizzata dai rivenditori per notificare ai propri clienti la presenza di promozioni ed offerte. Quest'ultimo sistema sarà sostenuto da Wallmart, Sears, Kmart, Bed, Bad & Beyond e quasi tutti i distributori di benzina degli Stati Uniti.