Apple porterà alcune linee di produzione dei Mac in USA nel 2013

di

Apple sposterà alcune linee di produzione dei Mac dall'Asia agli Stati Uniti d'America il prossimo anno. In un'intervista rilasciata al Bloomberg Businessweek, il Ceo di Cupertino, Tim Cook, ha confermato tale mossa e ha affermato che la sua azienda sta lavorando a questo progetto da molto tempo:"Il prossimo anno porteremo alcune linee di produzione dei Mac in USA. Ci stiamo lavorando da diverso tempo, e il momento è sempre più vicino. Accadrà nel 2013. Siamo veramente orgogliosi di aver fatto questo cambiamento. Avremmo potuto fare tutto prima se avessimo spostato solo la catena di montaggio, ma abbiamo voluto spostare l'intera linea, anche quella di produzione. Investiremo più di 100 milioni di dollari. Ciò non significa che lavoreremo solo noi, ma ci uniremo ad altri e investiremo i nostri soldi".

In una diversa intervista con l'NBC, Cook ha detto all'intervistatore Brian Williams che Apple non potrà spostare tutta la linea produttiva in USA, poichè non è questione di soldi, bensì di competenze nella produzione di macchine e device con la mela. Il sistema di formazione degli Stati Uniti, ha spiegato Tim Cook, non è orientato a dare ai lavoratori le competenze necessarie per i processi di produzione moderni, anche se spera che il progetto iniziato per i Mac possa cambiare la situazione. Cook ha anche affermato che Apple ha il dovere di formare posti di lavoro:"Non credo che abbiamo la responsabilità di creare un certo tipo di lavoro, ma dobbiamo creare dei posti di lavoro". Ha anche specificato che il vetro e i processori dei dispositivi iOS sono già prodotti negli USA, in particolare forniti da Samsung e Corning. La NBC trasmetterà l'intera intervista di Tim Cook stasera in USA.