Apple: problemi con la garanzia anche in Australia

di

Dopo essere stata al centro di molti dibattimenti in Italia ed Europa, la garanzia di Apple finisce sotto accusa anche in Australia. L'Australian Competitor and Consumer Commission, il CODACONS localei, infatti, ha accusato il colosso di Cupertino di indurre in errore i clienti australiani sui loro diritti riguardo rimborsi, sostituzioni e riparazioni. Secondo la legge locale, coloro che acquistano un prodotto difettoso hanno diritto ad un rimborso o a una sostituzione senza una data di scadenza precisa. La politica sui resi di Apple, invece, non va oltre i 14 giorni, mentre la garanzia del produttore è limitata ai canonici 12 mesi.

Un portavoce della società ha affermato che "Apple è impegnata a produrre i prodotti migliori del mondo e fornire un servizio senza pari. In Australia abbiamo lavorato a stretto contatto con la ACCC per assicurarci che i nostri clienti comprendano i loro diritti e ricevano il servizio clienti che tutti si aspettano".