Apple ha ricevuto 946 richieste di dati in Italia dalle autorità giudiziarie

di
Apple, come di consueto, ha diffuso il periodico rapporto sulla trasparenza, contenente tutte le informazioni del caso riguardanti le richieste di dati ricevute da parte delle autorità giudiziarie dei vari paesi.

Nei primi sei mesi dell’anno, in Italia il colosso di Cupertino ha ricevuto 946 richieste d’accesso per 1.615 dispositivi, tra iPhone ed iPad.
L’azienda californiana, ha risposto affermativamente al 64% dei casi, che nella maggior parte avevano ad oggetto casi di furto, smarrimento o frode.
Discorso diametralmente opposto per gli Stati Uniti, in cui da Gennaio a Giugno le richieste sono state 4.822 su 10.260 dispositivi, il 26% superiori rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Apple ha fornito dati nel 78% dei casi.
Sempre riguardo l’Europa, è la Germania il paese da cui è arrivato il numero più elevato di richieste, per la precisione 12.633 per oltre 52 mila dispositivi, ma Apple ha dato le informazioni solo nel 53% dei casi.
In termini di richieste d’accesso agli account dei clienti Apple, in Italia sono state solo 45 e riguardanti 54 casi, ma la società di Cupertino ha dato accesso solo al 38% dei casi.