Apple rompe i rapporti con un partner cinese perchè sfruttava i minori

di

Una delle critiche più dure che viene mossa costantemente ad Apple è lo sfruttamento del lavoro minorile, o più in particolare, l'avere dei partner per le forniture che sfruttano tale lavoro, vietato anche in Cina, è bene ricordarlo. Secondo un recente rapporto presentato da Cupertino, denominato Supplier Responsability Progress e relativo al 2012, la ditta esterna fornitrice Guangdong Real Faith Pingzhou Electronics è stata colta in flagrante nello sfruttare i minori per i lavori interni ai propri stabilimenti. Apple ha immediatamente chiuso i rapporti con tale società, segnalando il tutto alle autorità cinesi che hanno provveduto ad effettuare una multa. Il rapporto parla di circa 74 casi di falsificazione documenti nel corso dell'anno, il tutto con la complicità di un agenzia di risorse umane. In totale, Apple fa notare, sono stati rilevati 11 stabilimenti e 106 casi in difetto, oltre ad altri 70 avvenuti prima del 2012.

FONTE: Phone Arena
Apple rompe i rapporti con un partner cinese perchè sfruttava i minori