Apple Store: Angela Ahrendts vuole la zona relax per i clienti

di

Gli Apple Store sono il simbolo identificativo della compagnia di Cupertino in tutto il mondo. Non a caso Tim Cook, attuale CEO della compagnia californiana, ha voluto come responsabile del settore retail Angela Ahrendts, ex CEO di un noto brand fashion come Burberry e persona dotata di gran polso. Da diversi mesi Ahrendts è al lavoro per organizzare gli Store secondo le proprie idee e i propri principi, allineandosi anche alle volontà del rinnovato team dirigenziale messo su da Cook stesso. I primi cambiamenti sono stati effettuati negli Store asiatici, in particolare in Cina, con strutture imponenti e dal design impeccabile per aggredire, anche dal punto di vista del marketing, un mercato dal valore inestimabile. Tuttavia nei prossimi mesi Ahrendts darà inizio ad una ristrutturazione interna che prevede l’installazione di aree relax per permettere agli utenti di godere dei dispositivi Apple in tutta calma.

Una volta entrati all’interno degli Store i fan della Mela potranno accomodarsi in aree apposite dotate non di freddi sgabelli o panche, bensì di poltrone e sedie, per testare al meglio iPad e iPhone. Inoltre Ahrendts non si sta facendo problemi a cambiare la struttura gerarchica del settore Retail. Negli ultimi giorni infatti, pare che Bob Bridger, elemento di spicco del team Apple Store (ha contribuito all’apertura di 450 Store in 13 anni e ha lavorato al fianco di Steve Jobs), abbia annunciato il proprio licenziamento a causa di incompatibilità di obbiettivi con la nuova guida. Tornando al discorso delle aree relax, le prime modifiche agli Store esistenti entreranno in vigore in primavera e saranno selezionati alcuni negozi simbolo negli Stati Uniti d'America e in Europa per testare le nuove soluzioni.