Apple Store: grandi cambiamenti in vista

di

Apple ha recentemente assunto come capo degli store online e retail l'ex CEO di Burberry, Angela Ahrendts. La top manager starebbe già incidendo profondamente sull'organizzazione dei negozi e avrebbe in mente una serie di cambiamenti considerevole. La più grande modifica che Ahrendts sarebbe intenzionata a fare riguarderebbe i pagamenti tramite dispositivi mobili. La dirigente di Cupertino sarebbe fortemente intenzionata ad integrare al meglio questa nuova possibilità di acquisto in modo da facilitare le operazioni di vendita all'interno degli Apple Store. Tale decisione sarebbe anche collegata con l'indiscrezione riguardante la nascita di una piattaforma proprietaria della Mela che permetterebbe ai proprietari di iPhone e iPad di acquistare contenuti e materiale online tramite gli idevice e i sensori biometrici che saranno sempre più presenti in futuro (lettore di impronte digitali Touch ID in primis).

Secondo il portale 9to5Mac, la Ahrendts vorrebbe rimodellare l'intero iter del cliente all'interno degli Apple Store, dal momento in cui desidera acquistare qualcosa, passando per l'interazione con i vari dipendenti fino al pagamento. Inoltre la bionda manager starebbe dedicando moltissimo tempo agli store cinesi per migliorare presenze e operazioni. La Cina infatti, rappresenta un mercato cruciale per Apple al fine di tenere sempre molto alti i dati di vendita dei prodotti con la Mela. Attualmente i negozi Apple in Cina sono 10 ma nel 2016 tale numero triplicherà. A differenza dell'ex responsabile degli Store, John Browett, Ahrendts sembra essersi calata perfettamente nella cultura dell'azienda. Nei giorni successivi alla sua assunzione ha visitato diversi store nei dintorni di Cupertino e ha dialogato amabilmente con i responsabili e i dipendenti. Alcuni di loro l'hanno definita "affettuosa, genuina, onesta e appassionata". Come CEO di Burberry, in passato Ahrendts ha voluto collaborare con la Mela realizzando una sorta di film-trailer delle sfilate londinesi tramite iPhone 5s mentre alcuni suoi ex store utilizzavano gli iPad per informare i clienti sui prodotti esposti. Tim Cook sa bene che gli Store Apple sono fondamentali per la propria azienda e la scelta di una manager affermata e preparata come la Ahrendts per dirigerli non potrà che apportare benefici immediati ai lavoratori e, si spera, alle vendite.
FONTE: 9to5mac
Quanto è interessante?
0