Apple utilizza Windows per produrre i Mac Pro

di

Uno dei pochi prodotti Apple di questi ultimi anni che non è stato svelato anticipatamente dai leak online è stato il Mac Pro. La causa è molto semplice: a Cupertino hanno deciso di produrlo direttamente negli Stati Uniti d'America, sia per questioni di marketing (ne è nata una campagna promozionale ad hoc sull'importanza della produzione negli USA) che di convenienza. Essendo il Mac Pro un prodotto di nicchia infatti, Apple non ha dovuto organizzare una produzione ingente e non si è affidata a produttori terzi. Negli scorsi giorni Tim Cook si è recato nello stabilimento di Austin, in Texas, dove ha visitato gli operai che lavorano al Mac Pro. Il CEO della Mela (o chi gestisce il suo account) ha pubblicato un tweet con tanto di foto per l'occasione, ma non ha notato un piccolo particolare "imbarazzante".

Gli iMac che vengono utilizzati per gestire l'assemblaggio dei Mac Pro lavorano "sotto" Windows. Per una compagnia che basa il proprio successo sull'integrazione tra hardware e software fatti in casa, un'immagine del genere fa storcere il naso, soprattutto dopo i proclami fatti durante il keynote di lunedì scorso basati sul maggior tasso di incremento nelle vendite di sistemi Mac rispetto a quelli Windows e di una loro grande versatilità. Trovate la foto in calce alla notizia.
Apple utilizza Windows per produrre i Mac Pro

Mac Pro

Mac Pro
  • Produttore: Apple
    • Caratteristiche tecniche
    • +