Apple vieta agli sviluppatori la vendita di dati provenienti dall'app Health

di

A giugno Apple ha presentato agli sviluppatori di tutto il mondo iOS 8, la nuova versione del sistema operativo mobile che troveremo ad autunno su iPhone, iPad, iPod e, forse, iWatch. Una delle feature più interessanti di iOS 8 è Health, un’app che gestisce le informazioni sulla salute e sulle prestazioni sportive degli utenti provenienti da sensori posti sugli idevice o su altri dispositivi. Nelle ultime beta di iOS 8 rilasciate da Cupertino sembra che siano cambiati i termini di utilizzo e la Mela abbia modificato qualche punto in previsione del lancio autunnale. Secondo il Financial Times, che si è preso la briga di analizzare i Termini e le Condizioni delle beta, gli sviluppatori non potranno vendere o distribuire i dati sensibili raccolti all’interno di Health.

Specificamente nella licenza di utilizzo c’è scritto:”Non possono vendere le informazioni sulla salute di un utente finale raccolte tramite l’API HealthKit a piattaforme pubblicitarie, broker di dati e rivenditori di informazioni; è inoltre vietato l’utilizzo dei dati raccolti per scopi diversi dalla fornitura di servizi sanitari e/o servizi dedicati al fitness”. Apple vuole quindi mettersi al riparo da eventuali problemi di privacy visto che i dati sulla salute derivanti dai sensori di iWatch, iPhone o qualunque altro dispositivo abile in questo senso rappresentano una vera e propria miniera d’oro per gli inserzionisti che progettano campagna pubblicitarie mirate. 

FONTE: 9to5mac
Quanto è interessante?
0