Apple Watch: dal WatchKit emergono le risoluzioni dei display

di

Due giorni fa Apple ha rilasciato, insieme alla beta di iOS 8.2, il WatchKit, ossia la piattaforma di sviluppo per le applicazioni dedicate all'Apple Watch, il primo dispositivo indossabile della casa di Cupertino presentato da Tim Cook il 9 settembre. Durante il keynote i dirigenti della Mela hanno parlato di alcune funzionalità, pur tuttavia non entrando nello specifico per quel che riguarda le componenti tecniche. Dal WatchKit però, stanno pian piano emergendo particolari interessanti che metteranno a nudo, nei prossimi giorni, il Watch.

Come tutti sanno l'Apple Watch sarà venduto in due modelli in quanto a dimensioni: uno da 38 e l'altro da 42 millimetri. I relativi display avranno, naturalmente, risoluzioni diverse, seppur minimamente: 272 x 340 pixel il Watch più piccolo, 312 x 390 pixel quello più grande. Apple continua il suo lavoro di "addestramento" degli sviluppatori suggerendo le misure delle singole icone ed immagini presenti all'interno delle applicazioni, così come suggerisce di utilizzare tutte le tecnologie presenti nell'orologio per personalizzare al massimo le app: dal cardiofrequenzimetro ai diversi sensori per il monitoraggio delle attività degli utenti, la tecnologia Force Touch che riconosce la differenza fra un tap e una pressione vera e propria e il Taptic Engine, strumento che rende possibile una serie di nuovi avvisi e notifiche per un feedback sia vocale che tattile, fino alla corona utile per la navigazione tra i menù e per evitare di coprire lo schermo con le dita.
Apple Watch: dal WatchKit emergono le risoluzioni dei display