Arriva la conferma: presto Tesla aprirà una fabbrica in Cina

di
Tesla ha confermato che è in trattativa con il governo cinese per aprire una fabbrica nella regione di Shangai. La scelta sarebbe dettata dal fatto che l’azienda vuole mantenere la promessa fatta dall’amministratore delegato Elon Musk, che punta ad una produzione di 500.000 vetture all’anno entro il 2018.

La conferma ufficiale è arrivata attraverso un comunicato diffuso dalla società via email, che ha messo fine a tutte le speculazioni degli scorsi giorni, alimentate anche da Reuters che in anteprima aveva preannunciato questa importante novità. Tesla, nel comunicato ha specificato che “definirà i piani per la produzione dei veicoli elettrici in Cina entro la fine dell’anno, a conferma dell’impegno nei confronti del mercato cinese. La società continua a valutare i potenziali siti di produzione in tutto il mondo per servire meglio i mercati locali. Ovviamente la maggior parte della nostra produzione resterà negli Stati Uniti, ma abbiamo comunque bisogno di stabilimenti in altre nazioni per garantire l’accessibilità a livello locale”.
Non è chiaro se Tesla si affiderà ad un partner cinese o meno, ma è altamente probabile la creazione di una joint venture, come fatto da altre aziende.
Ad oggi, Tesla produce le proprie vetture negli Stati Uniti. Tuttavia, per raggiungere l’obiettivo delle 500.000 vetture prodotte all’anno, sei volte maggiore rispetto al 2016, ha bisogno di spostare la produzione altrove.
Inoltre, non è da sottovalutare l’impatto sulle vendite, che potrebbero aumentare anche in Cina.