Arriva il traduttore simultaneo portatile, funzionerà con oltre 80 lingue

di
Si chiama Travis e permetterà di tradurre ben ottanta lingue istantaneamente. Al momento il progetto è in fase di finanziamento sulla piattaforma di crowdfunding Indiegogo.

Tradurrà oltre ottanta lingue se connesso a rete Wifi o 3G tramite sim integrata, ben venti le lingue disponibili anche offline. La compagnia dietro Travis ha collaborato con diversi partner in tutto il mondo per assicurarsi che ciascuna delle diverse lingue abbia un sistema di traduzione ottimale e dedicato.

Sarà possibile selezionare manualmente la lingua desiderata, tuttavia il device sarà in grado di riconoscere automaticamente la lingua parlata, in modo da rendere l'utilizzo ancora più comodo quando non si è sicuri della lingua utilizzata dall'interlocutore.

Al momento la demo disponibile di Travis è davvero alle fasi iniziali, ed è di dimensioni superiori a quelle di un tablet. L'obiettivo è quello di renderlo estremamente portatile, come uno smartphone, ad esempio. Nulla di impossibile se si pensa alla potenza di calcolo racchiusa in un normale smartphone di ultima generazione, il punto è che il goal richiesto dalla compagnia è di appena 80.000$ (anche se ad oggi ne sono stati raccolti quasi 500mila), che potrebbero risultare pochini per l'ambizioso progetto.

La compagnia ha dichiarato che è intenzionata a iniziare la produzione a Maggio, in modo da poter inviare i device ai primi finanziatori entro luglio. Forse, quindi, il progetto è già in una fase più avanzata di quello che sembra, o forse ancora, si tratta semplicemente di una promessa eccessivamente... da marinai. Sta di fatto che il progetto è estremamente interessante e potrebbe avere risvolti pratici utilissimi, non ci resta che aspettare di più.