Avril Lavigne chiede a Zuckerberg di fermare il bullismo sui Nickelback

di
Nel corso degli ultimi tempi i Nickelback sono stati oggetto di molti sfottò da parte degli utenti, ma anche da Mark Zuckerberg nel video in cui ha presentato Jarvis. La band canadese, infatti, è stata utilizzata dal CEO di Facebook per mostrare le potenzialità dell’assistente demotico.

Avril Lavigne, la famosa cantante nonché ex coniuge del frontman della band, Chad Kroeger, ha inviato una lettere al fondatore del social network per invitarlo a stoppare questo bullismo contro la band. Nel messaggio, inviato su Twitter, Lavigne si rivolge al fondatore del social network in quanto “Molte persone usano il tuo prodotto, ad alcuni piace e ad altri no. Ma dal momento che la tua voce ha una certa rilevanza, dovresti prendere in considerazione l’idea di non promuovere ulteriormente il bullismo, soprattutto nel mondo di oggi”, il tutto condito da un hashtag che ricorda a tutti come i Nickelback abbiano venduto più di 50 milioni di album. Il riferimento è a una parte del video di presentazione di Jarvis, in cui il CEO chiede all'IA di avviare una "bella canzone dei Nickelback"; questo, in tutta risposta, afferma che "non ci sono belle canzoni dei Nickelback". Uno scherzo preso male dalla cantante e dalla band quindi, ma non è certo il primo nei confronti del gruppo canadese.