Brocade amplia la propria gamma di soluzioni per il data center networking

di
Comunicato Stampa: Brocade annuncia l’ampliamento della gamma Brocade SLX con nuovi e innovativi switchche assicurano una visibilità di rete senza precedenti, dotati delle Brocade Workflow Composer Automation Suitesper un’automazione chiavi in mano.

Si tratta della prima gamma di soluzioni di data center networking nel settore, in grado di assicurare agilità a ogni livello del data center e allo stesso tempo offrire massima possibilità di scelta ai clienti. Grazie a Brocade, le aziende possono infatti costruire reti che permettano loro di adattarsi rapidamente ai cambiamenti tecnologici, offrire nuovi servizi alla velocità del cloud e accelerare la trasformazione digitale.
Dopo la soluzione router SLX 9850, presentata da Brocade a settembre, i nuovi switch per data center SLX 9140, SLX 9240 e SLX 9540 offrono una connettività leaf, spine ed edge flessibile, grazie alla Brocade SLX Insight Architecture. Tramite l’integrazione della visibilità di rete su ogni router e switch, le aziende possono disporre di una visibilità completa su tutta la rete per identificare velocemente i problemi, accelerare i tempi medi di riposta e migliorare i livelli di servizio generale. Tali capacità sono ulteriormente estese per gli switch SLX 9140 e 9240, grazie alla presenza di un ASIC programmabile che offre visibilità su collegamenti fisici, reti virtuali o carichi di lavoro.
Le nuove suite di automazione powered by StackStorm per la piattaforma Brocade Workflow Composer, tra cui Network Essentials, Data Center Fabrics e Internet Exchange Points, forniscono in maniera automatizzata installazione, configurazione, troubleshooting e risoluzione dei problemi. Tali suite di automazione sono ideali per quei clienti che vogliono avviare immediatamente il loro percorso di automazione con workflow pre-costruiti, in modo da accelerare il time-to-value. Presentato all’inizio dell’anno, Brocade Workflow Composer è una piattaforma di automazione di rete server-based e in stile DevOps che integra più domini IT per un’automazione end-to-end del workflow.
Secondo IDC, entro la fine del 2017 la trasformazione digitale sarà al centro delle strategie corporate per due terzi dei CEO delle aziende Global 2000. I CEO riconoscono che le loro aziende devono diventare digitali per accelerare il ritmo dell’innovazione e avere un vantaggio competitivo, oppure rischieranno di essere sorpassate da concorrenti più pronti.
Un’innovazione rapida può avere luogo soltanto con fondamenta IT agili, dove l’automazione lavora in maniera fluida con la visibilità di rete, connettendo digitalmente allo stesso tempo tutti i domini e le funzioni IT per eliminare i silos e garantire un’automazione end-to-end.
Le aziende che stanno affrontando la trasformazione digitale hanno bisogno di reti estremamente agili, automatizzate in maniera estensiva e altamente visibili,” afferma Jason Nolet, senior vice president, Switching, Routing and Analytics Products Group, Brocade. “Brocade offre flessibilità e agilità con un’ampiezza e profondità che ci permettono di distinguerci da altri network provider. Lo facciamo in maniera verticale, su tutto il data center, e in maniera orizzontale, sui vari domini all’interno del data center – pur rimanendo aperti a ogni livello”.


La disponibilità all’ordine di Brocade SLX 9140 e SLX 9240 è prevista per gennaio 2017, mentre è già possibile ordinare Brocade SLX 9540. La disponibilità di tutti gli switch è prevista per aprile 2017. Brocade WorkflowComposer è già disponibile. Le nuove suite di automazione saranno disponibili in anteprima a dicembre 2016, mentre la loro disponibilità è prevista per febbraio 2017.