Caso emissioni: gli USA pronti a far causa a FCA, crolla il titolo

di
INFORMAZIONI SCHEDA
Torna il caos in FCA per il caso relativo alle emissioni di gas. Il gruppo di Torino è costretto a lottare su più fronti, perchè se la Commissione Europea ha annunciato di aver aperto un caso per la presunta infrazione delle normative continentali, lo stesso potrebbe accadere anche negli Stati Uniti.

Secondo quanto riportato da Bloomberg, il Dipartimento di Giustizia degli USA sarebbero pronti a fare causa a Fiat Chrysler qualora i negoziati in corso dovessero fallire. L’autorevole quotidiano online, citando alcune fonti vicine alle parti, sostengono che la causa potrebbe essere intentata già nel corso della settimana, nonostante i colloqui siano ancora in corso.
L’azienda di Sergio Marchionne potrebbe trovarsi di fronte a sanzioni severissime, in quanto accusata di aver violato software illegali per aggirare i controlli su alcuni modelli diesel. Il caso sarebbe simile a quello che ha interessato Volkswagen nel 2015, ma le sanzioni potrebbero arrivare fino a 4,6 miliardi di Dollari.
FCA, in una dichiarazione, ha affermato che “se ci sarà un processo Fca si difenderà con forza, particolarmente contro ogni accusa che l'azienda abbia deliberatamente installato congegni ingannevoli per aggirare i test”.