Champion's League: la polizia userà scanner per il riconoscimento facciale

di
Durante la finale di Champion's League la polizie inglese testerà face scanner nuovi di zecca. I dispositivi, che saranno impiegati all'ingresso dello stadio e in zone strategiche come la stazione dei treni,saranno in grado di verificare se una persona è schedata come una delle 500.000 persone "di interesse".

Dove "di interesse" è un eufemismo per dire non gradite. Il test del dispositivo costerà al governo la bellezza di 225.000$.

Le amministrazioni di tutto il mondo nell'ultimo periodo stanno prendendo seriamente in considerazione l'impiego di face scanner nella lotta contro il crimine e, in particolare, contro il terrorismo. Negli Stati Uniti è stata avanzata la proposta di utilizzarla per registrare i possessori di permesso VISA all'uscita dal paese. Il progetto in questione ha subito una brusca accelerazione dopo l'insediamento dell'amministrazione Trump.

Un sistema simile è attualmente in utilizzo per le fototessere delle patenti americane. L'FBI dispone di un database di oltre 173 milioni di fototessere della patente, sebbene ben pochi dei registrati siano sospettati di un crimine. Questi nuovi strumenti di sorveglianza sono oggetto di asprissime critiche da parte degli attivisti per la privacy che, in particolare, ne accusano la scarsa affidabilità. Stando a loro c'è il rischio che gli scan possano dare un falso positivo.