Cina: il negozio online più famoso bandisce i Bitcoin

di

Arriva una nuova battuta d'arresto per i Bitcoin. Il negozio online più famoso ed importante della Cina, Taobao, ha comunicato a tutti che la banca centrale cinese ha "esplicitamente richiesto alle agenzie di terze parti la chiusura dei canali commerciali aventi ad oggetto Bitcoin e altre valute digitali come Litecoin". Nello scorso mese di dicembre, il maggior istituto finanziario del paese asiatico si è scagliato contro la moneta elettronica creata nel 2009, affermando che tutte le banche e gli istituti finanziari cinesi non sono autorizzati a gestire le transazioni effettuate tramite Bitcoin. Tuttavia, nonostante ciò, ha comunque dato il via libera per l'utilizzo della valuta online, a rischio dei consumatori. Successivamente la Bank of China ha bandito tutti i sistemi di pagamento di terze parti dopo una serie di frodi che riguardarono anche i titoli di stato.