Con la riforma Trump, Apple potrebbe valere 1000 miliardi di Dollari

di
Secondo quanto riferito dall’analista di RBC Capital Markets, Amit Daryananni, Apple potrebbe diventare uno dei principali beneficiari della riforma Trump, con il valore delle azioni che potrebbe toccare quota 1000 miliardi di Dollari.

Le proiezioni, che parlano di un valore nominale per le azioni in crescita tra 4 e 4,50 Dollari per l’anno fiscale 2018, sono state rivelate in una nota di ricerca per gli investitori, finita tra le mani di AppleInsider.

La riforma fiscale è diventata una priorità per il presidente Americano, dopo il mancato ok per la riforma sanitaria. L’amministrazione Trump, a questo punto, si sta focalizzando sulle tasse, portando ad una riduzione dell’aliquota fiscale al di sotto del 20%.

Questo piano potrebbe portare ad una riduzione dell’imposta sui profitti del 10%, anche su quelli esteri. Apple nell’ultimo trimestre ha annunciato 261,5 miliardi di Dollari in cassa, con il 94% detenuti all’estero.

L’approvazione della riforma però è ancora però è ancora in alto mare e potrebbe non essere immediata.