Crescono i Crimini informatici in Italia: +51% in cinque anni

di
E’ inquietante lo studio presentato da DAS, una società controllata da Generali Italia, sulla difesa del web ed in generale sullo stato di internet. Tra il 2010 ed il 2015, infatti, nel nostro paese i crimini informatici sarebbero cresciuti del 51%.

Al primo posto si sarebbe piazzata la Liguria, con una denuncia ogni 246 abitanti, seguita dal Molise (1 denuncia ogni 290 residenti) e Valle D’Aosta (1 su 294 abitanti), ma DAS ha comunque sottolineato che il fenomeno è cresciuti in maniera “rilevante” in tutte le regioni.

In Friuli Venezia Giulia, Umbria e Liguria è addirittura raddoppiato, rispettivamente +13,8%, 102,3% e 101,6%, ma le percentuali sono aumentate anche in Molise (99,1%), Trentino Alto Adige (90,2&) e Basilicata (69,4%).

L’altra faccia della medaglia, rappresentata ovvero da quelle regioni in cui vi è stato si un aumento, ma ad un ritmo inferiore, è la Campania (+17,1%), Valle d’Aosta (19,5) e Puglia (34,4%). Sul tipo di crimine informatico più diffuso, però, non sono disponibili informazioni.