Crucial vuole rendere economici gli SSD: lanciata la nuova linea BX200

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Negli ultimi anni i prezzi dei solid state drive sono andati sempre più in basso, e siamo adesso giunti ad un punto in cui le aziende si possono permettere di lanciare prodotti piuttosto economici, con velocità che comunque gli hard disk meccanici sognano. Questa settimana, Crucial ha rivelato la nuova serie BX200, che fa del prezzo la sua arma.

Le performance dovrebbero essere abbastanza solide, soprattutto se rapportate al costo, che sicuramente attrarrà molti consumatori che vogliono fare dei drive un utilizzo generale.
Gli SSD BX200 sono progettati per la fascia entry-level, con una velocità di lettura pari a 540 MB/s e di scrittura fissata a 490 MB/s.
Crucial ha anche pensato all’efficienza energetica, che è un campo su cui moltissime società stanno puntando oggigiorno. Secondo i test interni dell’azienda, un SSD BX200 può essere fino a quaranta volte più efficiente di un tradizionale hard disk. Ciò è da prendere però con la dovuta cautela, perché non è stato fatto riferimento ad alcun modello specifico.

Per le letture casuali abbiamo un valore pari a 66.000 IOPS, per le scritture casuali siamo invece a 78.000.
I Crucial BX200 arrivano in tre capacità differenti: 240, 480 e 960GB, con i prezzi che partono da 93 euro, passando per circa 165 euro e giungere fino ai 330 euro del modello più capiente.

Questa potrebbe essere una buona occasione se state cercando un SSD per il vostro laptop e non siete disposti ad alleggerire il vostro portafogli più di tanto.

Crucial vuole rendere economici gli SSD: lanciata la nuova linea BX200