David Cameron dice la sua sui filtri automatici applicati dagli ISP

di

Il primo ministro inglese David Cameron è rimasto piuttosto sorpreso su alcuni punti del nuovo piano europeo per garantire la neutralità della rete. Secondo il premier, i dati devono essere trattati tutti allo stesso modo e così anche i filtri, come quelli che gli Internet Service Provider applicano per bloccare, ad esempio, la pornografia.

Cameron ha precisato che secondo la sua opinioni i filtri automatici devono rimanere, e le nuove leggi per la neutralità della rete non dovrebbero rimuoverli:
“Quando ho letto il Daily Mail questa mattina, ho sputato i miei cornflakes perché abbiamo lavorato duramente per impostare questi filtri”, ha detto il ministro.
Ha fatto inoltre sapere che eventualmente è pronto a battersi duramente per essere certo che “i bambini siano protetti”.

Sentire queste parole non ci meraviglia poi così tanto, poiché è scontato che una carica come il Primo Ministro inglese voglia i filtri automatici per proteggere i propri figli, in quanto non ha il tempo materiale per controllarli così come fanno gli altri genitori.

FONTE: Wired UK